Midterm, Oprah Winfrey e Obama in campo per candidati afroamericani

I dem Stacey Abrams e Andrew Gillum sfidano i repubblicano brian Kemp e Ron DeSantis in Georgia e Florida

Pesi massimi in campo per i candidati democratici alle elezioni di Midterm in Georgia e Florida, che potrebbero diventare rispettivamente la prima governatrice afroamericana a livello federale e il primo governatore afroamericano dello Stato. Ad appoggiare la candidata Stacey Abrams nei comizi in Georgia intervengono nientemeno che la star della tv americana Oprah Winfrey e l'ex presidente Barack Obama. Quest'ultimo fa tappa anche in Florida per dare spinta all'elezione di Andrew Gillum, attuale sindaco di Tallahassee. Parallelamente, in campo repubblicano entrano i più alti esponenti eletti del Gop, il presidente Donald Trump e il suo vice Mike Pence. Trump 'difende' due suoi accoliti: in Georgia il segretario di Stato locale, Brian Kemp, e in Florida l'ex deputato Ron DeSantis, che ha vinto le primarie presentandosi come suo fedele alleato.

Se la Dem Abrams vincesse in Georgia, diventerebbe la prima donna afroamericana eletta alla guida di uno Stato americano. "La farà eleggere", ha predetto la conduttrice della conservatrice Fox News, Dagen McDowell. Poco prima, Trump aveva definito Abrams "non preparata" per quell'incarico. Negli ultimi sondaggi, la candidata e lo sfidante repubblicano Kemp sono in un serrato testa a testa. Lo Stato andrà probabilmente al ballottaggio a dicembre. Winfrey è intervenuta a Marietta, in un comizio dove si è dichiarata elettrice indipendente. La star, nota per le sue simpatie democratiche, ha detto dal podio: "Sono qui a causa delle donne e degli uomini che sono stati linciati, umiliati, discriminiati, uccisi, repressi e oppressi... Mi rifiuto di lasciare che il loro sacrificio sia vano".

La presenza della popolare conduttrice è un tentativo di mobilitare gli elettori delle periferie e le donne afroamericane, su cui la candidata conta per essere eletta. Ma anche di contrastare il peso del vice presidente Mike Pence, che è già stato per tre volte in Georgia a sostegno di Kemp. "Votate i vostri valori", ha detto Winfrey dal podio, rivolgendosi alle donne, e "votate la vostra coscienza: vetriolo e pubblicità sono fatti per confondervi con la paura". Winfrey ha anche di nuovo risposto ai sostenitori che la vorrebbero vedere candidata alla presidenza, e ai media che prevedono questo scenario: "Non voglio candidarmi, ok? Non sto sondando il terreno".

In Florida, Stato chiave nel voto, i Dem sperano che la 'benedizione' di Obama su Gillum possa servire a portarlo alla vittoria. Il peso del carismatico primo presidente nero potrebbe convincere indecisi e indipendenti a schierarsi con il democratico. Trump ha intanto accusato Gillum di essere un "ladro", "sindaco della mal governata Tallahassee, considerata una delle città più corrotte del Paese". E lo sfidante repubblicano ha usato insulti razzisti verso il rivale, facendo in parallelo dichiarazioni incentrate sulla paura dei rifugiati.

Su Twitter, Gillum ha risposto a Trump: "Ho sentito che Trump è tornato a casa in Fox News per mentire su di me. Ma come diceva mia nonna, mai combattere con un maiale. Ci si sporca entrambi, ma al maiale piace. Quindi ignoralo e vota, Florida". Gillum, 39 anni, tra i politici afroamericani uomini è considerato il più carismatico dopo Obama. La ex candidata alla presidenza Hillary Clinton lo prese in considerazione come suo vice nel 2016, e l'ex candidato gli ha dato il suo endorsement alle primarie. Un sondaggio del New York Times prevede che sconfiggerà De Santis di cinque punti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata