Le forze regolari: "Stiamo respingendo l'attacco. Uccisi decine di combattenti"

(LaPresse) – In Yemen infuria la battaglia nella città strategica di Marib tra l’esercito e i ribelli sciiti, supportati dall’Iran. Le forze regolari fanno sapere che stanno mantendo la posizione nell’area, che da mesi gli Houti cercano di conquistare. Le autorità militari yemenite affermano di aver ucciso decine di combattenti nei recenti scontri. Nel paese dal 2014 è scoppiato il conflitto, quando i ribelli hanno preso la capitale Sanaa e parte del nord dello Yemen, costringendo il governo del presidente Mansour Hadi a fuggire a sud e successivamente in Arabia Saudita. Riad appoggia militarmente le forze regolari con raid aerei mentre l’Iran sostiene i ribelli sciiti. Nella guerra si stima siano morte 130 mila persone ed è in atto una grave crisi umanitaria tra i civili, con circa 1,2 milioni di profughi e mancanzo di cibo, acqua e medicine.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: