Il tycoon diventa quindi il primo presidente della storia a finire in stato d’accusa per due volte

La Camera dei rappresentati degli Stati Uniti ha approvato l’impeachment per il presidente uscente Trump per incitamento all’insurrezione, in relazione all’assalto al Campidoglio avvenuto il 6 gennaio. Hanno votato a favore 232 deputati, tra cui 10 Repubblicani, e i contrari sono stati 197. Il tycoon diventa quindi il primo presidente della storia a finire in stato d’accusa per due volte, dopo il caso dell’Ucrainagate. La pratica passa quindi al Senato, che dovrà tenere il processo a Trump e poi votare sulla sua rimozione: servono i sì di almeno due terzi dei senatori.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata