New York (New York, Usa), 8 ott. (LaPresse/AP) – Diana Nyad, la 64enne newyorkese che a settembre è divenuta la prima donna ad attraversare a nuoto le acque fra Cuba e la Florida senza una gabbia anti-squalo, ha avviato una nuova impresa, a favore delle vittime dell’uragano Sandy. Ha infatti iniziato una maratona di nuoto della durata di 48 ore in una piscina da circa 40 metri a Herald Square, a Manhattan. L’obiettivo è raccogliere fondi a favore delle persone che si trovano ancora in difficoltà a causa della tempesta, sebbene sia trascorso un anno dal suo passaggio sul New Jersey e su New York. Parlando ieri con Associated Press, Nyad ha inoltre annunciato che a nuotare con lei per parte della maratona ci sarà anche Roscoe, un cane che riuscì a sopravvivere alle inondazioni provocate da Sandy.

“Sarà magico lì fuori. Sarà uno spettacolo proprio nel mezzo di New York”, ha detto Nyad nell’intervista rilasciata ad AP. Indossando una cuffia rosa, la nuotatrice ha iniziato la sua impresa alle 9 locali, le 15 in Italia. Oltre al cane Roscoe, nella corsia accanto a quella di Nyad nuoteranno la medaglia d’oro olimpica Ryan Lochte e la star dell’aerobica in tv anni ’80 Richard Simmons, che indosserà un costume ornato con circa 300 cristalli Swarovski. La 64enne ha fatto poi sapere che durante la maratona infrangerà alcune delle regole altrimenti rigidissime nelle gare in vasca, abbracciando chi nuoterà accanto a lei. “Sentirò la solidarietà e ogni centesimo andrà dritto alle vittime” di Sandy, ha detto. Le offerte saranno raccolte dall’agenzia di sostegno per i disastri AmeriCares Foundation, che si occuperà anche di distribuire il denaro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata