Il decreto deve passare al vaglio del CDM in settimana

 Arriva il decreto sostegni bis, ecco le principali misure secondo una bozza che dovrà essere approvata in settimana

Ristori, agevolazioni sui mutui prima casa per i giovani e proroga dello smart working anche per i privati fino al 30 settembre. Sono alcune delle principali novità contenute nel decreto sostegni bis, atteso questa settimana in Cdm. Mancano invece dieci norme, da quella sulle bollette per acqua e gas alle indennità per gli stagionali, passando per scuola, trasporto pubblico e Ita.

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO. 14,1 miliardi vanno ai ristori per partite Iva e attività commerciali, con due modalità: o il riconoscimento automatico del contributo già ricevuto con il primo decreto sostegni o in alternativa un contributo per chi non supera i 10 milioni di euro di ricavi, calcolato sempre sulla perdita di fatturato di almeno il 30% calcolato ma sulla differenza tra il periodo 1 aprile 2020-31 marzo 2021 e il 1 aprile 2019-31 marzo 2020.

IMU GIUGNO. Per le attività che beneficiano dei ristori a fondo perduto arriva lo stop all’Imu di giugno.

REDDITO DI EMERGENZA. Previste due nuove mensilità a giugno e luglio per il reddito di emergenza per chi lo ha già ottenuto.

FONDO FAMIGLIE. Arriva un fondo da 500 milioni di euro per il sostegno alle famiglie in difficoltà attraverso aiuti alimentari, contributo per il pagamento degli affitti e delle utenze domestiche
SMART WORKING. Anche per i dipendenti privati arriva la proroga del lavoro agile emergenziale fino al 30 settembre 2021.

PRIMA CASA GIOVANI. Almeno fino al 31 dicembre 2022 (ma c’è l’ipotesi di renderlo strutturale) l’accesso al fondo di garanzia per la prima casa sarà consentito a tutti giovani under 36, e viene estesa fino al 31 dicembre 2021 la deroga al Fondo di solidarietà per la sospensione dei mutui relativi all’acquisto della prima casa (il fondo Gasparrini). Inoltre, con il decreto, fino a fine 2022 gli under 36 non dovranno pagare l’imposta di registro e le imposte ipotecaria e catastale e nel caso in cui la transazione sia assoggettata ad Iva, è previsto inoltre un ristoro pari all’Iva pagata.

PLASTIC TAX. Slitta dal 1 luglio 2021 al 1 gennaio 2022 l’entrata in vigore.

FONDO TARI. Arriva un fondo con una dotazione di 600 milioni di euro per l’anno 2021 in dotazione ai comuni per le agevolazioni Tari.

CURE POST COVID SENZA TICKET. Per garantire l’assistenza post Covid vengono garantite con un protocollo sperimentale di due anni le prestazioni di specialistica ambulatoriale, contenute nei Livelli essenziali di assistenza, ritenute appropriate per il monitoraggio, la prevenzione e la diagnosi precoce di eventuali esiti o complicanze legati alla pregressa malattia da Covid 19 senza il pagamento di ticket da parte dei cittadini.

SANITA’ MILITARE. Per lo sviluppo della Sanità militare arrivano 63,2 milioni di euro.

VACCINI. Per conseguire l’autonomia produttiva di anticorpi monoclonali per il contrasto al Coronavirus, di selezionati vaccini e di specifici antidoti per il bioterrorismo, è autorizzata la spesa di 16.500.000 euro per la realizzazione di un reparto di infialamento dei farmaci, da costituirsi all’interno dello Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze.

TAVOLINI FREE FINO A FINE ANNO. Prorogato dal 30 giugno al 31 dicembre 2021 lo stop al ‘canone unico’ per le occupazioni di suolo di bar, ristoranti e bancarelle.

CANONE RAI LOCALI. Confermato l’esonero nel 2021 del pagamento del canone Rai per le strutture ricettive o per i locali pubblici.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata