L'ad: "Accordo sostanzialmente raggiunto: entro stasera memorandum". La firma con gli indiani l'11 dicembre

Invitalia entra nel capitale di AMI inizialmente con quota del 50%, poi nel giugno 2022 Invitalia arriverà al 60% e ArcelorMittal al 40%”. Lo avrebbe detto, secondo quanto si apprende da fonti sindacali, l’ad di Invitalia Domenico Arcuri, al tavolo con i sindacati sull’ex Ilva. “Non è un progetto finanziario ma un progetto industriale strategico”, avrebbe aggiunto il manager.

“Abbiamo sostanzialmente raggiunto un accordo Entro stasera ci sarà la firma del memorandum con gli elementi principali dell’accordo di coinvestimento che ha come termine il 10 dicembre (per limare dettagli)”, avrebbe proseguito Arcuri ma la firma dell’accordo tra il governo e la multinazionale indiana dell’acciaio , secondo fonti sindacali,  sarebbe stata rinviata all’11 dicembre.

Dal fronte sindacale parla il segretario generale della Fim Cisl, Roberto Benaglia: “Nonostante il ritardo di 10 giorni che avrà ancora la trattativa tra Stato e Mittal, oggi nell’incontro con Patuanelli e Catalfo abbiamo avuto finalmente delle prime indicazioni sul piano industriale e sulle conseguenze occupazionali”. “Purtroppo ci sono ancora numeri pesanti e difficoltà per il rilancio – prosegue Benaglia -, ma abbiamo chiesto che ci sia un accordo sindacale per dare una risposta a tutti i lavoratori”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata