Milano, 4 nov. (LaPresse) – Nello specifico l'ultima riga del conto economico del gruppo bancario ha beneficiato del contributo per 3,3 miliardi di Ubi Banca, al netto del quale i profitti si attestano a 3,073 miliardi, in leggero calo rispetto ai 3,31 miliardi di un anno fa.

Il risultato netto è pari a 3,112 miliardi, includendo l’apporto di Ubi Banca e – precisa Intesa Sanpaolo – a 6,376 milioni includendo anche il goodwill negativo originato dall’acquisizione della banca bergamasca.

Le commissioni nette calano del 6% a 5,449 miliardi (escludendo l’apporto di 272 milioni di Ubi Banca). Il risultato dell’attività assicurativa ammonta a 1,031 miliardi (escludendo l’apporto di 3 milioni di UBI Banca), rispetto ai 948 milioni dei primi nove mesi del 2019.

(segue)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata