Milano, 21 ott. (LaPresse) – "Una sfida chiave per i responsabili politici a breve termine sarà quella di calibrare le misure di contenimento per ridurre al minimo il danno immediato sociale ed economico". E' quanto scrive il Fondo Monetario Internazionale nell'outlook regionale sull'Europa. "Sarà imperativo mantenere il sostegno politico fino a quando la ripresa non sarà completamente avviata. Un prematuro ridimensionamento delle politiche di sostegno potrebbe riportare i paesi in recessione, annullando gran parte di ciò che è stato raggiunto finora", sottolinea il Fondo.

Per Alfred Kammer, direttore del dipartimento europeo del Fmi, "i politici devono fare tutto il necessario" – dall'inglese 'whatever it takes', celebre frase resa famosa dall'uso fatto dall'ex presidente Mario Draghi in occasione della crisi del 2011 – "per contenere la pandemia e il danno economico e non ritirare prematuramente i sostegni per evitare di ripetere l'errore della crisi finanziaria globale". Sempre secondo Kammer "nel tempo" le misure di sostegno dovrebbero "diventare più mirate e anche più flessibili per facilitare la riallocazione delle risorse e la trasformazione dell'economia. La protezione della salute delle persone rimane un imperativo, anche attraverso la cooperazione internazionale".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata