Il giornalista: "Raffaella Carrà, la prima a credere in me"

“Quando ho iniziato la mia carriera di giornalista per poi passare a fare l’ufficio stampa e poi il manager nel mondo dello spettacolo non mi immaginavo di incontrare e lavorare con persone speciali come Raffaella Carra’, Cristiano Malgioglio, Maria Grazia Cucinotta , Andrea Occhipinti. Rita Rusic. Questo riconoscimento lo voglio condividere con loro e tutti gli altri che mi hanno permesso e aiutato a diventare chi sono .”

Così un visibile commosso Angelo Perrone oggi nella Sala Protomoteca del Campidoglio a Roma è stato proclamato per il secondo anno consecutivo “ Ambasciatore Doc Italy per il Management dello spettacolo “.
Perrone vanta nella sua carriera successi internazionali cinematografici per pellicole lanciate da lui come “ Il paziente inglese “, “ I soliti sospetti “, “Will Hunting – Genio ribelle “ e lavorato con star mondiali come Woody Allen, Meryl Steep, Richard Gere e altri.
Da pochi anni è diventato anche opinionista tv come per la trasmissione “ Storie Italiane”, condotta da Eleonora Daniele .
“ Mai come quest’anno – ha sottolineato a La Presse – il mio pensiero nel ricevere il riconoscimento è andato a Raffaella Carra’, la prima a credere in me”. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata