Si tratta dell'ultima scoperta nel sito archeologico

Nuova scoperta nella necropoli di Pompei: resti umani mummificati, capelli e ossa di un individuo inumato in una antica sepoltura, rinvenuta all’altezza di Porta Sarno, a est dell’antico centro urbano dello scavo. Sulla lastra marmorea posta sul frontone della tomba un’iscrizione commemorativa del proprietario Marcus Venerius Secundio richiama, straordinariamente, lo svolgimento a Pompei di spettacoli in lingua greca, mai prima attestati in maniera diretta. Si tratta dell’ultima scoperta di Pompei, avvenuta nel corso di una campagna di scavo promossa nell’area della necropoli di Porta Sarno, dal Parco Archeologico di Pompei e dall’Università Europea di Valencia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: