Concluse indagini su devastazioni del 26 ottobre 2020

Dalle prime ore dell’alba è in corso una vasta operazione della Polizia di Stato di Torino, a conclusione di indagini svolte nei confronti degli autori delle devastazioni e saccheggi commessi nel centro cittadino torinese la sera del 26 ottobre 2020, in pregiudizio di oltre quaranta attività commerciali, molte delle quali depredate della merce esposta nelle vetrine o comunque contenuta al loro interno. Tali condotte predatorie si erano verificate in occasione di una manifestazione pacifica contro le restrizioni governative adottate per fronteggiare la pandemia ed erano state poste in essere da facinorosi, completamente estranei agli iniziali manifestanti, che, sfruttando la situazione, avevano inscenato una vera e propria “guerriglia urbana”, ingaggiando violenti scontri contro le Forze dell’Ordine, depredando numerosissimi negozi nonché danneggiando alcune autovetture parcheggiate e mezzi di servizio delle Forze di Polizia impiegate nel servizio di ordine pubblico. I destinatari dei provvedimenti restrittivi sono soggetti sia maggiorenni che minorenni, molti dei quali immigrati di seconda generazione, con numerosi precedenti di polizia per svariate tipologie di reato e residenti principalmente in zone periferiche della città.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata