L'ordigno è stato fatto brillare dalla Gdf e dalla Marina militare

I militari della Guardia di finanza e della Marina militare hanno rimosso e fatto brillare una bomba di aereo della Seconda Guerra Mondiale, rinvenuta in mare, nelle acque vicine alla località “Le Saline”, nel comune di Tarquinia a Viterbo. L’ordigno è stato trovato nascosto tra la poseidonia nel corso delle attività operative svolte dai sommozzatori della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Civitavecchia. I finanzieri, grazie all’aiuto di speciali metal detector, hanno rintracciato il manufatto metallico cilindrico dalle dimensioni di 70 centimetri di lunghezza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata