Continua a scendere l'Rt che si attesa a 0,83, sotto la soglia pamdemica

Il monitoraggio della cabina di regia dell’Istituto superiore di Sanità mostra un andamento in calo della curva del covid. Resta stabile l’incidenza settimanale: nel periodo compreso tra il 28 ottobre e il 3 novembre è di 307 casi ogni 100mila abitanti. A confermare del calo della curva epidemica, il monitoraggio dell’Iss segnala che nessuna Regione è classificata a rischio alto. Quattro sono a rischio moderato e 17 classificate a rischio basso. Dodici Regioni/Ppaa riportano almeno una allerta di resilienza, mentre 2 riportano molteplici allerte di resilienza.

Dal secondo bollettino settimanale della ‘Era Schillaci’ risultano 181.197 i casi di contagio covid registrati in Italia negli ultimi sette giorni, dati aggiornati a ieri 10 novembre. I dati sono stati pubblicati sul sito del Dipartimento della Protezione civile, relativi ai giorni dallo scorso 4 novembre a ieri, 10 novembre. I decessi registrati sono 549 nell’ultima settimana. In totale, da inizio pandemia, sono 179.985 le morti registrate in Italia. Sono 1.159.602 i tamponi, tra antigenici e molecolari, processati negli ultimi 7 giorni in Italia. Il tasso di positività è al 15,6%.

Il tasso di occupazione in terapia intensiva scende al 2% (dati al 10 novembre) contro il 2,4% (rilevazione al 3 novembre). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende al 10% (rilevazione al 10 novembre) contro il 10,4% (rilevazione al 3 novembre). Ad oggi sono 203 in totale i pazienti ricoverati nelle terapie intensive in Italia e 6.356 nei reparti ordinari.

In Cina sono stati registrati 10.729 casi di Covid e a Pechino sono state attuate restrizioni dalle autorità. Parchi chiusi, didattica a distanza nelle scuole e alcuni negozi sono stati costretti a tenere abbassate le saracinesche

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata