Lo dimostrano gli studi più recenti effettuati dalla casa farmaceutica americana

Gli anticorpi del vaccino contro il coronavirus di Moderna persistono sei mesi dopo la seconda dose del siero mRNA-1273, stando agli studi più recenti. Lo comunica la casa farmaceutica in una nota, specificando che i dati sono pubblicati nella Letter to Editor del New England Journal of Medicine.

Lo studio, precisa Moderna, ha analizzato 33 adulti sani che hanno partecipato allo studio di fase 1 guidato dal Nih (Istituto Nazionale di Sanità Usa) sul vaccino Covid-19 di Moderna. Sono in corso studi che monitorano le risposte immunitarie oltre i 6 mesi. “Siamo lieti che questi nuovi dati mostrino la persistenza degli anticorpi per 6 mesi dopo la seconda dose del nostro vaccino Covid-19”, ha dichiarato Stéphane Bancel, amministratore delegato di Moderna. “Questo – ha aggiunto – ci dà ulteriore fiducia nella protezione offerta dal nostro vaccino Covid-19. Restiamo impegnati a continuare ad affrontare la pandemia”.

“Moderna – si legge ancora nella nota – sta perseguendo anche una strategia clinica di sviluppo contro le varianti emergenti. Inoltre, Niaid, parte del National Institutes of Health (Nih), condurrà una sperimentazione clinica di fase 1 per valutare i vaccini mRNA-1273 modificati monovalenti e multivalenti come serie primaria in individui naive e come vaccino di richiamo nelle persone precedentemente vaccinate con mRNA-1273″.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata