Un lockdown simile a quello delle feste di Natale, con la possibilità di visitare amici e parenti

Nel weekend di Pasqua torna la zona rossa in tutta Italia, anche per quelle regioni che nel frattempo erano diventate arancioni. Un lockdown simile a quello delle feste di Natale, con la possibilità di visitare amici e parenti. Ecco tutte le regole di sabato 3, domenica 4 e lunedì 5.

COPRIFUOCO. Resta il divieto di spostamento tra le 5 e le 22 salvo motivi di necessità, salute o lavoro.

REGIONI. E’ vietato spostarsi da una Regione all’altra.

VISITE. E’ consentito recarsi una sola volta al giorno, tra le 5 e le 22, a casa di amici e parenti massimo in due, più figli o altri minori under 14.

SECONDE CASE. Si può andare in una seconda casa anche fuori Regione solo se è disabitata e se è di proprietà o affittata prima del 14 gennaio 2021. Alcune Regioni però hanno assunto misure più restrittive: in Toscana fino all’11 aprile si può raggiungere la seconda casa solo “in presenza di motivi di salute, di lavoro, di studio oppure per comprovate e gravi situazioni di necessità e/o di indifferibilità documentata”. In Sardegna, oltre alla motivazione di salute o lavoro, bisogna presentare il certificato di vaccinazione o un tampone negativo. Il test negativo è richiesto anche a chi voglia recarsi in Sicilia. Porte chiuse anche in Liguria, Valle D’Aosta, e Alto Adige mentre in Campania sono vietati gli spostamenti anche in ambito regionale salvo che per necessità, urgenza, o salute.

NEGOZI. Aperti gli alimentari e quelli che vendono beni di prima necessità (edicole, farmacie, prima infanzia, ecc.)

BAR E RISTORANTI. Restano chiusi al pubblico, mentre è consentito l’asporto (per tutti dalle 5 alle 18, dopo le 18 solo per i ristoranti) e la consegna a domicilio senza limiti di orario

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata