Via libera al nuovo decreto, possibili deroghe se miglioreranno i dati

Fino al prossimo 30 aprile tutta Italia sarà in zona arancione o rossa. Il Consiglio dei ministri ha ieri dato il via libera al nuovo decreto legge Covid con le misure in vigore dal 7 aprile sino a fine mese. Nelle zone rosse non sarà consentito andare a trovare parenti o amici il governo potrà però valutare un allentamento delle misure, se i dati miglioreranno. Prevista anche l’obbligatorietà del vaccino per tutti gli operatori sanitari, inclusi i farmacisti. Presente anche il cosiddetto ‘scudo penale’ per i somministratori del siero: la punibilità sarà limitata ai soli casi di colpa grave. Il testo prevede lezioni in presenza fino alla prima media: stop alla possibilità dei governatori regionali di emanare ordinanze che chiudano le scuole nonostante le indicazioni nazionali contrarie.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata