Protesta contro le misure restrittive: "Non siamo negazionisti, dobbiamo sopravvivere"

Un migliaio di lavoratori, esercenti, commercianti e partite IVA si sono radudati in Piazza Castello per dire basta alle chiusure delle attività non essenziali imposte dall’ultimo DPCM. Una manifestazione che prende le distanze dai negazionisti e che risulta pacifica dal primo all’ultimo momento, ma il messaggio è chiaro: il diritto al lavoro non può essere messo da parte neanche in un momento così difficile dal punto di vista sanitario “perché dietro ogni negozio o partita IVA c’è una famiglia che deve sopravvivere”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata