Il monitoraggio effettuato per l'aggiornamento dell'indice #PauraCovid creato dal Digita4good Lab dell'Università di Pavia e reso pubblico durante la trasmissione Tv #Fake 

 La paura del virus non cresce con l'aumento della percentuale di rischio della zona in cui si abita: è uno dei principali risultati emersi dal monitoraggio effettuato per l'aggiornamento dell'indice #PauraCovid, creato dal Digita4good Lab dell'Università di Pavia, sotto la guida del professor Stefano Denicolai, e da The Fool, società italiana leader di Reputazione e Customer Insights. Matteo Flora, professore a contratto dell'Università di Pavia in Corporate Reputation, spiega a LaPresse: "Abbiamo diviso la paura tra paura sanitaria, il timore di ammalarmi o che si ammali un mio caro, e paura economica, per l'impatto sulle mie finanze e su quelle del Paese. Abbiamo anche diviso la nuova fase dello studio nelle tre macro-aree: zone rosse, zone arancioni e zone gialle". Lo studio si avvale dei dati dell'Università di Pavia sulle parole più usate e cercate in rete dagli italiani in relazione all'emergenza sanitaria, mettendoli in correlazione con un sondaggio a campione su circa 1.500 persone. In questo periodo, spiega il professor Denicolai, "la paura sta crescendo ma in modo molto diverso. Per quanto riguarda l'economia, maggiori sono le restrizioni e maggiori sono i timori. La paura cresce in maniera differente e sale con l'aumentare delle restrizioni, e questo ce lo aspettavamo. Per quanto riguarda invece la paura sanitaria, c'è una sorpresa: nelle zone gialle è aumentata del 5,8%, nelle zone arancioni dell'11,3% ma nelle rosse solo del 6,1%. In generale i dati ci dicono che abbiamo più paura del lockdown che della stessa malattia". Flora conclude: "Paradossalmente, la cosa migliore sarebbe che la paura aumentasse più nelle zone gialle che nelle altre, perché innescherebbe comportamenti più virtuosi e rispettosi delle regole. Ma le persone, adesso hanno più paura di essere rinchiuse in casa".

 L'indice è realizzato in occasione della messa in onda di #FAKE La fabbrica delle notizie (una produzione LaPresse per Discovery Italia, in onda sul canale NOVE) da una collaborazione tra il Digita4goodLab dell’Università di Pavia e TheFool, la Società italiana Leader di Reputazione e Customer Insights.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata