Così l'ex patron nerazzurro parlando dell'ex difensore morto a 71 anni

(LaPresse) – “Provo grande dolore, era un lottatore. Con il suo carattere era riuscito a superare qualcosa di veramente difficile come l’amputazione delle gambe. Sembrava uscito dal problema. Siamo veramente addolorati e dispiaciuti”. Lo ha detto a LaPresse l’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti ricordando Mauro Bellugi, ex difensore nerazzurro scomparso oggi a 71 anni. “Gli sono stato vicino, ma era lui a tenere su il morale di tutti in un modo veramente fantastico – ha aggiunto – Nessuno si aspettava che ripiombasse in una situazione del genere”. Moratti ha ricordato che “era un caro amico di famiglia, abbiamo vissuto la sua allegria insieme in vacanza – ha concluso – Era sempre allegro ed estroverso. Non aveva il tono del campione, ma lo era”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata