La stracittadina all'Olimpico alle 20.45 apre stasera la 18esima giornata

Niente cori, nessuna coreografia spettacolare. Sarà un Derby senza pubblico quello che andrà in scena all’Olimpico venerdì sera (la prima volta in assoluto) e non sarà la stessa cosa. Nel bene e nel male, i tifosi di Lazio e Roma hanno sempre reso speciale la stracittadina e la loro assenza sugli spalti certamente renderà l’atmosfera diversa e con meno pathos. Anche senza la spinta dei loro sostenitori, però, Lazio e Roma si daranno battaglia a caccia di tre punti fondamentali per la classifica. I biancocelesti di Simone Inzaghi per provare a rientrare nei quartieri alti della classifica, i giallorossi di Paulo Fonseca per agganciare momentaneamente l’Inter al secondo posto. In casa giallorossa, poi, sarà la prima ‘stracittadina’ per i neo proprietari Dan e Ryan Friedkin, come per il neo dg Tiago Pinto. “Sarà un Derby anomalo, senza i tifosi che saranno però con noi con il cuore. Lo stesso cuore che dobbiamo mettere in campo”, ha detto Inzaghi che sarà il padrone di casa in base al calendario. “Non è mai un vantaggio giocare senza i tifosi, tutti i giocatori preferiscono giocare con il pubblico”, ha replicato Fonseca.

Una Roma reduce dal pareggio interno contro l’Inter e che dovrebbe scendere in campo praticamente con lo stesso undici. Unica possibile novità Cristante al posto di Villar, per dare maggior peso al centrocampo. Pedro è recuperato ma partirà dalla panchina. “Sappiamo che è una partita importante per tutti noi, ma sono comunque tre punti che vogliamo prendere. Io non l’ho ancora mai perso”, ha detto Fonseca alla vigilia. “Dobbiamo giocare ogni partita con l’ambizione di vincere, sempre”, ha ribadito. “Domani non potrà mancare l’aggressività”, ha insistito il tecnico giallorosso. Parlando degli avversari, Fonseca ha detto: “La Lazio è molto forte in contropiede, una cosa su cui stiamo lavorando ogni settimana perchè è una caratteristica del calcio italiano. Rispetto all’anno scorso stiamo giocando in un modo diverso, sappiamo che loro hanno molti giocatori forti in attacco e abbiamo lavorato pensando ad un collettivo forte”. “Dobbiamo essere sempre più equilibrati e solidi”, ha concluso.

In casa Lazio la novità è il ritorno di capitan Lulic, che Inzaghi ha reinserito nella lista campionato al posto di Djavan Anderson. “Siamo contenti per il ritorno di Lulic, è fuori da 11 mesi e ha sofferto tantissimo. E’ il nostro capitano, sta meglio e spero che già da domani possa darci il suo contributo”, ha detto Inzaghi. Per quanto riguarda la formazione, il tecnico della Lazio non si è sbilanciato: “E’ da valutare. Fares e Cataldi non ci saranno, mentre penso che saranno disponibili Luis Alberto e Immobile. Proveremo ad accorciare i tempi anche per Correa”. In attacco resta comunque favorito Caicedo al fianco della Scarpa d’Oro. Una Lazio che va a caccia della terza vittoria consecutiva. “Sappiamo tutti cosa rappresenta il Derby a Roma, tutte e due le squadre rischiano e sappiamo che per noi sarà una partita importantissima. Dobbiamo dare seguito alle ultime 2 vittorie”, ha confermato il tecnico biancoceleste. Calcio d’inizio alle 20.45, arbitrerà Orsato. Sinonimo di garanzia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata