Finisce con un 2-2 la sfida nella dodicesima giornata di campionato

Succede di tutto nel match tra lo Spezia ed il Bologna: un 2-2 ricco di colpi di scena ed emozioni a non finire. I locali sprecano il doppio vantaggio con le due reti di Nzola, si fanno rimontare da Dominguez e Barrow nei minuti di recupero: lo stesso attaccante felsineo spreca poi un rigore a tempo praticamente scaduto. Con questo pareggio la squadra di Italiano sale a quota 11 punti, mentre quella di Mihajlovic è due lunghezze più avanti.

Nell’esordio stagionale al “Picco” che riabbraccia virtualmente lo Spezia per la prima volta in Serie A, i padroni di casa approcciano bene il match riuscendo subito ad essere maggiormente aggressivi. Al 19′ la squadra di Italiano sblocca il punteggio portandosi sull’1-0: l’azione parte dall’invenzione di Maggiore che serve bene in aria Gyasi, altruista a servire Nzola che da comoda posizione appoggia in rete il vantaggio. La reazione del Bologna arriva immediata pochi istanti più tardi, con Barrow che supera Chabot in velocità ma pecca di efficacia sotto porta strozzando il tiro. Gli ospiti insistono alla ricerca del pari: alla mezz’ora è Tomyasu ad indovinare i tempi d’inserimento, impattando non al meglio di testa. Lo Spezia dopo aver rifiatato per qualche minuto torna ad essere insidioso nel finale di primo tempo: Marchizza pesca Estevez sul lato destro dell’area ma la conclusione dell’esterno finisce in curva. Nel finale brivido regalato da Provedel che viene graziato da Soriano dopo un erroraccio in disimpegno.

Nella ripresa è ancora lo Spezia a partire con il piede giusto, sfiorando il raddoppio con Agudelo che centra in pieno il palo. La spinta dei ragazzi di Italiano diviene più efficace al 63′ quando è ancora Agudelo ad essere protagonista: l’ex Fiorentina trova Nzola tutto solo sul secondo palo che mette dentro il comodo 2-0. Sembra fatta ma nel finale il Bologna si risveglia all’improvviso: Dominguez raccoglie al limite dell’area ed insacca il 2-1 che riapre tutto.

Nonostante i locali sfiorano a più riprese il tris in contropiede, nel recupero la squadra di Mihajlovic agguanta l’insperato pareggio: Barrow sorprende fuori dai pali Provedel e lo beffa con un tocco morbido. Al 97′ il duello tra i due si ripropone dal dischetto dopo un contatto tra l’ex Atalanta e Pobega (confermato dal VAR): questa volta è Provedel a superarsi, neutralizzando il penalty. Finisce così 2-2 in un’altalena di emozioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata