Martedì 13 Marzo 2018 - 21:45

Pesaro, ordigno bellico in cantiere: evacuate 23mila persone a Fano

La disposizione valida fino alle ore 13 di mercoledì. Scuole e negozi chiusi

Un pacco con espolsivo consegnato alla questura da un cittadino dopo esserlo visto recapitare presso la sua abitazione

Attimi di panico a Fano, in provincia di Pesaro Urbino, dove è in corso l'evacuazione di circa 23mila persone dopo il ritrovamento di un ordigno bellico in un cantiere dell'Aser in viale Ruggeri, zona Sassonia. La bomba verrà prelevata dagli artificieri e dalla marina militare, portata in mare e lì fatta brillare. 

L'evacuazione, fa sapere il Comune di Fano, riguarda tutta la popolazione ricompresa nel raggio di 1816 metri, e non 1500 come appreso in un primo momento dalla prefettura, dal punto di ritrovamento dell'ordigno. L'ordine di evacuazione è valido sino alle ore 13 di mercoledì, salvo proroghe.

Il sindaco della cittadina marchigiana, dopo una riunione con prefetto, forze dell'ordine e tutti i soggetti interessati, ha emanato un'ordinanza con cui stabilisce anche la chiusura di tutti gli uffici pubblici, con eccezione del commissariato di polizia, della locale stazione e compagnia dei carabinieri e del comando di polizia locale, e quella di tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti nel territorio del Comune.

Il pronto soccorso non sarà attivo fino a nuovo ordine, chi ne avesse necessità deve chiamare il 118 o rivolgersi a quello di Pesaro. La ferrovia verrà chiusa per un certo numero di ore, non è coinvolta l'autostrada. "Chi dispone di un appoggio temporaneo (parenti, amici) che vivono al di fuori dei quartieri a rischio è pregato di non affollare i centri di accoglienza", l'appello del sindaco. 

Diversi i punti di raccolta per la popolazione interessata dall'ordine di evacuazione. Centro Storico: zona attesa Malatesta, ex caserma Paolini, accoglienza Dini Salvalai. Lido/Liscia: zona attesa parcheggio viale della Giustizia, accoglienza palestra Trave. San Cristoforo/Poderino: zona attesa piazza Unità d'Italia, accoglienza palestra Nuti. Vallato/Ospedaletto: zona attesa piazzale Don Orione, piazzale San Paolo, Foro Boario, accoglienza palestra Sant'Orso. San Lazzaro/Zavarise/Stazione: zona attesa parcheggio centro commerciale San Lazzaro, piazzale antistante Stadio Mancini, Foro Boario, accoglienza palestra Bellocchi. Villa Uscenti/Baia Metauro: zona attesa parcheggio Albergo Metauro, accoglienza palestra Ponte Metauro. Sassonia: zona attesa Vanvitelli, via della Marina, asilo Manfrini, accoglienza Cuccurano. 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Basta plastica usa e getta e protezione delle tartarughe: ecco i lidi amici del mare

La tutela del mare passa anche dagli stabilimenti balneari che si mettono in prima linea nella lotta all'inquinamento

LIBYA-EUROPE-MIGRANTS-NGO-AQUARIUS

Sette barconi con mille migranti davanti alla Libia, Proactiva Open Arms: "Italia rifiuta nostro aiuto"

Barcellona si offre come poro sicuro mentre la Lifeline invita Salvini a bordo. Mailbombing sul sito della guardia costiera: "Riprendete i soccorsi"

Italo Calvino

Addio Chichita Calvino: la vedova di Italo morta a 93 anni

Era rimasta a fianco dello scrittore fino alla morte, avvenuta nel 1985 a Siena