Giovedì 08 Dicembre 2016 - 11:00

Michael Jordan vince causa: azienda cinese non usi il suo nome

Un marchio di abbigliamento ne sfruttava l'immagine senza averne diritto

Michael Jordan vince causa: azienda cinese non usi il suo nome

La Corte suprema cinese ha accolto il ricorso della leggenda del basket americano Michael Jordan contro un marchio di abbigliamento sportivo cinese per un uso improprio del suo nome. Si chiude così una vicenda iniziata cinque anni fa. La massima autorità giudiziaria della Cina giovedì ha revocato le precedenti decisioni della Corte e ha concluso che la società Qiaodan sport, con sede nella provincia meridionale del Fujian, ha violato i diritti dell' ex stella dei Chicago Bulls. La Corte suprema ha proibito all'azienda cinese di utilizzare il nome della stella del basket in caratteri cinesi sui loro prodotti, ma ha consentito di continuare a usare il suo nome in pinyin ('Qiaodan'), il sistema che permette di scrivere il cinese con le lettere dell'alfabeto latino.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Basket, Brindisi: Dell'Agnello nuovo allenatore

Basket, Brindisi: Dell'Agnello nuovo allenatore

Guiderà la prima squadra per la prossima stagione sportiva

Nba, Belinelli lascia gli Hornets  e si trasferisce agli Atlanta Hawks

Nba, Belinelli lascia gli Hornets e si trasferisce agli Atlanta Hawks

In North Carolina finisce invece Dwight Howard. Per il bolognese è l'ottava maglia nel campionato

Basket, Messina lascerà la nazionale dopo gli Europei

Basket, Ettore Messina annuncia: Lascerò la nazionale dopo gli Europei

Non può continuare l'esperienza azzurra per via del rapporto che lo lega ai San Antonio Spurs