Venerdì 30 Dicembre 2016 - 11:30

Istat: Prosegue espansione Pil, ritmo positivo nei prossimi mesi

Nel settore manifatturiero aumento degli ordinativi a ottobre

Istat: Prosegue espansione Pil, ritmo positivo nei prossimi mesi

L'economia italiana proseguirà la "attuale fase espansiva" nei prossimi mesi. Lo afferma l'Istat nella nota mensile sull'andamento dell'economia. L'indicatore anticipatore dell'attività economica, scrive l'istituto statistico, "torna in positivo" e "registra una ripresa, delineando una prospettiva positiva del ritmo di crescita dell'economia nei prossimi mesi".

In particolare, nel settore manifatturiero si è registrato sia un aumento degli ordinativi a ottobre, pari +0,9% rispetto al mese precedente, sia un miglioramento della fiducia a dicembre. Anche per i consumatori si è evidenziato un miglioramento della fiducia nel mese di dicembre.

 L'Istat ricorda che a ottobre la produzione industriale al netto delle costruzioni ha segnato una variazione nulla rispetto al mese precedente. Variazioni positive si sono registrate nell'energia (+2,1%), nei beni strumentali (+0,5%) e nei beni intermedi (+0,1%), mentre sono in diminuzione i beni di consumo (-0,9%).

I dati sul commercio sono contrastanti. A ottobre si è registrato un andamento positivo per le importazioni rispetto al mese precedente (+2,7%) e una stazionarietà per le esportazioni. A novembre i flussi commerciali con i paesi extra-Ue sono risultati in miglioramento, con un incremento più marcato per le esportazioni (+3,4%) e più contenuto per le importazioni (+1,4%).

Nonostante il calo complessivo del sentiment delle imprese a dicembre, nel corso del mese si è registrato un miglioramento del clima di fiducia delle imprese della manifattura trainato dai giudizi sugli ordini e dalle attese sulla produzione.

Segnali negativi provengono dal settore delle costruzioni, che cala dello 0,9% a ottobre. Le vendite al dettaglio a ottobre hanno mostrato una ripresa, con un +1,2%, mantenendosi comunque in negativo a livello di volumi (-0,2%) nel trimestre agosto-ottobre.

Nel terzo trimestre, l'input di lavoro, misurato dalle unità di lavoro standard, è rimato stabile a sintesi di una marcata diminuzione nelle costruzioni (-1,9%) e in agricoltura (-0,4%) e di una crescita nell'industria in senso stretto (+0,3%) e nei servizi (+0,1%). A ottobre, il tasso di disoccupazione si è attestato all'11,6%, valore superiore alla media dei paesi dell'area dell'euro (9,8% dati destagionalizzati), ma anche per l'aumento delle persone in cerca di lavoro (+4,9% su anno).

Sul fronte dei prezzi l'Istat vede "una inversione di tendenza" anche per una prevista ripresa dei costi del petrolio e delle materie prime. A sostenere l'inflazione anche il recente rafforzamento del dollaro sull'euro.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

FCA, Conferenza stampa Sergio Marchionne e John Elkann a Balocco

Fca, Elkann e il Marchionne 'mentore': dagli esordi al sogno Wall Street

Un legame strettissimo fatto di "momenti unici e irripetibili", condividendo "successi e difficoltà"

Cologno al Serio (Bg) - congresso FIM CISL

Fca, Fim Cisl: "Manley segua la strada tracciata da Marchionne"

Per Ferdinando Uliano, il neo ad dovrà anche accelerare la realizzazione del piano industriale presentato lo scorso 1 giugno a Balocco

Marchionne Round Table  al Salone dell'automobile di Ginevra 2018

Fca, si chiude l'era Marchionne: uomo di target finanziari

Nel 2004 prende il volante del Lingotto: un'azienda sull'orlo del fallimento. L'ultimo bilancio, quello del 2017, è di un gruppo diventato ormai un colosso globale

Marchionne consegna una Jeep Wrangler speciale ai Carabinieri

Fca, tutte le frasi celebri dell'a.d. Marchionne

Il manager legato da oltre 14 anni al mondo delle auto e della Fiat su cui ha detto: "Ho cercato di organizzare il caos. Nessuno ci credeva, pensavano che avessi fumato qualcosa di strano"