Martedì 15 Novembre 2016 - 08:45

Di Maio: Togliere diritti è nella storia di Renzi, non del M5S

"Abolizione del Cnel è uno zuccherino in una valanga di letame"

Di Maio: Togliere diritti è nella storia di Renzi, non del M5S

"Dire No sarebbe contro la nostra storia? Io penso che quando si chiede ai cittadini 'a te va bene perdi il diritto di votare il Senato' tutti mi dicono no, lo stesso per l'immunità parlamentare. Renzi ha fatto ad esempio la riforma delle province o delle città metropolitane, senza poter più votare, ha fatto l'Italicum con i capilista bloccati Togliere i diritti è nella storia di Matteo Renzi, non delle nostra". Lo ha detto Luigi Di Maio del M5S  a Radio Monte Carlo. "Si tolgono diritti alla persone e si aggiungono ai politici", ha aggiunto.

"L'abolizione del Cnel è uno zuccherino in una valanga di letame che è questa riforma, è uno di quegli enti inutili. I costi finora però sono stati molto più alti di quelli che risparmieremo con la riforma. Di certo noi siamo in prima linea per abolire gli enti inutili". 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Raggi incontra la famiglia marocchina cacciata da San Basilio

Raggi incontra la famiglia marocchina cacciata da San Basilio

Mourad, la moglie e i figli sono stati costretti ad abbandonare una casa popolare dopo la rivolta dei vicini

Prima giornata da ex premier per Renzi: Oggi faccio l'autista

Prima giornata da ex premier per Renzi: Oggi faccio l'autista

Il segretario dem torna a Pontassieve e si dedica alla famiglia

Quirinale - Consultazioni

Consultazioni al via con le alte cariche. Mattarella insiste sul reincarico

Obiettivo del capo dello Stato arrivare ad un Governo in carica entro il 15 dicembre, pronto per affrontare il Consiglio europeo

Quirinale - Consultazioni

Crisi di governo, al via le consultazioni: al Colle Grasso, Boldrini e Napolitano

Sabato la giornata più calda con le delegazioni di Pd, Lega, Forza Italia e M5S al Quirinale