Venerdì 21 Luglio 2017 - 21:15

Calciomercato, Barça su Dybala se parte Neymar. Kolarov alla Roma

La Juve prende Federico Bernardeschi e fissa il prezzo per La Joya, mentre il Barcellona pensa a Dybala

Juventus' Paulo Dybala during training

È fatta per il trasferimento di Federico Bernardeschi alla Juventus. I bianconeri hanno trovato l'accordo con la Fiorentina e chiuso l'operazione questa mattina: contratto di cinque anni per il giocatore, 40 milioni più bonus nelle casse dei viola. Domenica l'arrivo a Torino, visite mediche fissate il giorno successivo prima di volare con i nuovi compagni negli Usa. Ma la Juve non si ferma: mentre per il centrocampo le piste 'calde' restano Matic, N'Zonzi ed Emre Can, per la difesa l'obiettivo numero uno è diventato il 22enne José Gimenez dell'Atletico Madrid. Dalla Spagna però arriva una voce preoccupante per i campioni d'Italia: nei dirigenti del Barcellona si è riacceso l'interesse per Paulo Dybala se davvero Neymar dovesse andare al Psg. Viste le difficoltà nell'arrivare a Marco Verratti, che potrebbe presto rinnovare con il Psg, i blaugrana a caccia del grande colpo estivo pensano nuovamente all'argentino. Sempre secondo i media spagnoli, la Juve avrebbe fissato il prezzo per La Joya: 120 milioni di euro. Sul fronte uscite potrebbe partire da Torino Tomas Rincon: il centrocampista è corteggiato dall'Atalanta, club che vanta rapporti eccellenti con i bianconeri. Ufficiale invece il passaggio di Cassata al Sassuolo.

In tema difensori, arriva dall'Inghilterra il prossimo rinforzo della Roma: il serbo Kolarov, che tornerà nella Capitale dopo sei stagioni al Manchester City. Operazione da 5 milioni. Il 31enne terzino, già protagonista in Serie A con la maglia della Lazio, firmerà un triennale. Nella lista dei desideri resta Antonio Barreca, terzino rivelazione del Torino, che potrebbe sostituirlo con Laxalt del Genoa. Si fa in salita invece la strada che porta all'algerino Mahrez del Leicester. Come rivelato dal tecnico del Leicester Shakespeare, l'offerta dei giallorossi è stata respinta perché "considerata troppo bassa".

Mentre prosegue la telenovela legata al futuro di Keita, cercato da Inter e Juventus, la Lazio ha ufficializzato l'ingaggio del centrocampista Davide Di Gennaro, proveniente dal Cagliari che intanto ha divorziato con Isla: rescisso consensualmente il contratto con i sardi, l'ex bianconero è volato in Turchia, dove giocherà con il Fenerbahce. Sempre in casa Lazio, Lotito blinda Milinkovic-Savic annunciando di aver rifiutato una offerta di 40 milioni. Per l'attacco i biancazzurri stanno pensando ad una 'pazza idea': Carlos Bacca, dato tra i partenti in casa Milan. Ma la trattativa è complicatissima visto l'alto ingaggio del colombiano.

A proposito dei rossoneri, la trattativa per Andrea Belotti si complica perché Urbano Cairo non intende concedere sconti. Mirabelli e Fassone continuano a tenere nel mirino anche Kalinic della Fiorentina. Sull'altra sponda di Milano, l'Inter prosegue la caccia ai rinforzi per il centrocampo: in attesa che si sblocchi la trattativa per Vecino, i nerazzurri tengono d'occhio il brasiliano Lucas Lima del Santos. In stand-by anche la trattativa con la Samp per Patrick Schick, su cui la Juve sembra essersi ormai defilata. A proposito dell'attaccante ceco, oggi il suo agente Pavel Paska in una intervista a un sito locale ha spiegato che "la mole di lavoro associata al forte stress ha avuto un riflesso sui risultati dei test medici" del calciatore. "Dopo un affaticamento Schick ha avuto un'infiammazione al cuore, ma tutti i dottori hanno concordato sul fatto che non sia stato nulla di serio".

Volgendo lo sguardo all'estero, tengono sempre banco le indiscrezioni sul futuro di Neymar: i giornali spagnoli parlano di accordo tra il Psg e il padre della stella brasiliana. Il club di Ligue 1 è disposto a versare la clausola di 222 milioni di euro. Mentre la stampa francese rivela che 'O'Ney' avrebbe già comunicato ai compagni l'intenzione di trasferirsi sotto la Tour Eiffel. Lasciata l'Italia, l'attaccante cileno Mauricio Pinilla fa ritorno nel suo paese e si accasa all'Universidad de Cile. 

Scritto da 
  • Attilio Celeghini
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

CONI - Stati Generali dello sport italiano

Figc, Malagò: "Non sarà commissariata, ma il male è profondo"

Il presidente del Coni mette fine all'ipotesi circolata dopo le dimissioni di Tavecchio, ma non sminuisce il problema

(SP)ITALY-GENOVA-SERIE A-SAMPDORIA VS JUVENTUS

Juve, col Barça si deve cambiare: tattica, interpreti, atteggiamenti

I bianconeri nel match di Champions di mercoledi hanno il dovere morale di andare oltre se stessi

CONI - Stati Generali dello sport italiano

Malagò: "Potrebbe anche non esserci commissario Figc"

Il presidente del Coni mette in dubbio l'ipotesi circolata lunedì dopo le dimissioni forzate di Tavecchio

FIGC President Carlo Tavecchio gestures during a news conference in Rome

"Molestata da Tavecchio nel suo ufficio". La denuncia di una dirigente sportiva

La donna ha raccontato al Corriere diversi episodi e ha detto di avere le prove video e audio. Figc verso il commissariamento