Roma, 4 ago. (LaPresse) – “Siamo stati molto chiari con i numeri, l’attuale trend di stoccaggio sta procedendo secondo la curva ideale. La nostra dipendenza dal gas russo è calato dal 40% a un numero molto minore, addirittura il 15%”. Così il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani in conferenza stampa. “Per il 2022 sono in arrivo 7-8 miliardi di metri cubi da altre forniture, nel 2024 saranno 25. Il punto fondamentale è garantire che dall’inizio dell’anno prossimo noi riusciamo a trasformare il Gnl che abbiamo trovato. Non si può mettere la sicurezza nazionale a rischio per un rigassificatore, lo possiamo mettere e poi nel caso spostarlo ma dobbiam partire subito. Il quadro non richiede misure draconiane di razionamento, se dovessimo fallire con i rigassificatori ci troveremmo con un quadro peggiore. Spero non ci siano eventi catastrofici, ma i numeri che abbiamo sono i migliori di Europa”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata