L’Aquila, 27 ago. (LaPresse) – Sono 531 i profughi afghani ospitati da ieri sera all’interporto di Avezzano, in provincia dell’Aquila. Entro oggi ne arriveranno altri 300. Nei primi 7 pullman entrati nel centro, poche ore fa, per la maggior parte c’erano donne, bambini e anziani. Dopo una decina di ore all’aeroporto di Fiumicino per i test antigenici anti covid e altri accertamenti, in nottata 300 persone sono state accompagnate nella struttura marsicana. Nella cittadella del Fucino, tra le più grandi attrezzate in Italia per l’accoglienza a chi è in fuga da Kabul, sono state montate oltre una cinquantina di tende bianche con moduli provvisori e altre strutture: servizi igienici, mense e aree attrezzate. Le famiglie vengono ospitate nelle tensostrutture riscaldate e accoglienti. I nuclei familiari non vengono divisi. Diversamente abili e persone che hanno bisogno di cure vengono subito prese in carico dal personale Asl. (segue)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata