Milano, 23 mar. (LaPresse) – “Non può che farci piacere la nomina del personale sanitario italiano al Nobel per la Pace. È un riconoscimento all’impegno e all’abnegazione dei professionisti della salute nella pandemia da Covid-19”. Così a LaPresse Filippo Anelli, presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei medici. “I medici si sono spesi con impegno e abnegazione, senza risparmiarsi e anche a costo della vita: sono ad oggi 342 i colleghi che non ce l’hanno fatta. A loro dedichiamo idealmente questa nomina e tutti i riscontri positivi che sta ricevendo in queste ore”, ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata