Roma, 16 mar. (LaPresse) – “Lo sprezzo per la vita delle persone, nel folle delirio brigatista, lo sgomento per un attacco che puntava a destabilizzare la vita democratica italiana, rimangono una ferita e un monito per la storia della nostra comunità. Sono vite strappate agli affetti familiari da una violenza sanguinaria, sono lacerazioni insanabili. Alle vittime va un pensiero commosso e ai familiari la solidarietà più intensa, che il trascorrere degli anni non ha mai indebolito”. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nell’anniversario dell’agguato di Via Fani.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata