Milano, 7 mar. (LaPresse) – “Questa pandemia si affronta per fortuna con la sanità pubblica che da noi, e intendo in tutta Italia, funziona, e anche con l’aiuto dei familiari, che purtroppo spesso non abbiamo potuto avere vicini. Non credo che la pandemia abbia creato differenziazioni: è vero che l’emergenza riguarda la salute ma ha avuto un impatto su lavoro e, pur con tutte le mitigazioni un impoverimento c’è stato. Questo è uno dei motivi che mi ha portato tentare di circoscrivere le zone a rischio per non entrare in zona rossa perché con l’arancione rafforzata si salvaguarda il lavoro”. Così Letizia Moratti, vicepresidente Lombardia e assessore al Welfare a ‘In mezz’ora in più’ su Raitre.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata