Milano, 7 mar. (LaPresse) – “Abbiamo cercato di mettere in atto un modello che ha due pilastri. Da un lato la mitigazione dei contagi” con le misure restrittive anche massime ma localizzate, “dall’altra la vaccinazione reattiva, cioè rispettando il piano nazionale, privilegiando, assieme alle categorie prioritarie, le zone più critiche. Finora facendo così siamo riusciti a non entrare in zona rossa”. Così Letizia Moratti, vicepresidente Lombardia e assessore al Welfare a ‘In mezz’ora in più’ su Raitre. “Ho la cabina degli indicatori regionale che si riunisce anche questo pomeriggio per monitorare le zone di Cremona, Brescia e Mantova”, ha precisato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata