Milano, 5 mar. (LaPresse) – Guardando alle classi di età, il contributo più rilevante all’eccesso dei decessi dell’anno 2020, rispetto alla media degli anni 2015-2019, è dovuto all’incremento delle morti della popolazione con 80 anni e più che spiega il 76,3% dell’eccesso di mortalità complessivo; in totale sono decedute 486.255 persone di 80 anni e oltre (76.708 in più rispetto al quinquennio precedente). È quanto si legge nel rapporto Istat ‘Impatto dell’epidemia covid-19 sulla mortalità totale della popolazione residente anno 2020’, prodotto congiuntamente con l’Istituto superiore di sanità.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata