Milano, 5 mar. (LaPresse) – Al 1° marzo 2021 quattro regioni (Marche, Abruzzo, Molise e Umbria) si posizionano nel primo quadrante con la più elevata pressione per tasso di saturazione sia in area non critica che in terapia intensiva a livello nazionale registrata dall’Umbria. È quanto emerge dal report settimanale Altems, rapporto dell’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari dell’Università Cattolica, campus di Roma. Le restanti regioni non è a rischio di sovraccarico in nessuna delle due aree oggetto di valutazione, posizionandosi, quindi, nel terzo quadrante. Friuli-Venezia Giulia, P.A. di Trento, Lombardia, Emilia-Romagna e P.A. di Bolzano sono invece nel quarto quadrante, a rischio di sovraccarico relativamente alla sola terapia intensiva.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata