Roma, 1 mar. (LaPresse) – “Essere facili profeti sulle tragedie che coinvolgono tutti i cittadini europei non consola. La campagna vaccinale dell’Ue stenta a decollare, mentre una terza ondata sembra ormai in procinto di colpire l’Europa, ma i numeri che oggi abbiamo sono impietosi: su 100 persone, Israele ne ha vaccinate 87, il Regno Unito 27, gli Stati Uniti 19 e l’Europa mediamente 6,2. L’Italia anche meno: il 6. E’ il momento di un vero cambio di marcia, di risposte concrete su rispetto dei contratti, autorizzazioni dei vaccini, miglioramento capacità produttiva e logistica. La vaccinazione è l’unica arma che abbiamo per contenere e sconfiggere il virus Covid-19, recuperare la nostra quotidianità e permettere una vera e duratura ripresa dell’economia europea”. Così Raffaele Fitto, co-presidente del gruppo europeo Ecr ed esponente di punta di Fratelli d’Italia, contattato da LaPresse in merito ai ritardi del piano vaccinale Ue.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata