Roma, 28 feb. (LaPresse) – “La riduzione della contagiosità nella popolazione over 80 e nel personale sanitario, ci dice una cosa inequivocabile: il vaccino è strumento indispensabile, strategico, per uscire dalla pandemia, insieme alle terapie innovative come gli anticorpi monoclonali”. Lo dice Francesco Vaia, direttore sanitario dell’Istituto Spallanzani di Roma, in un video pubblico sulla sua pagina Facebook, dal titolo “Facciamo chiarezza”, dopo che ieri in un post aveva scritto “Non inseguiamo le varianti, studiamole ; non assecondiamo chi auspica e lavora perché non abbia mai fine”. “Cosa dobbiamo fare? Cosa ha il Paese davanti a sé? Senza distrazioni, andare dritti all’obiettivo: approvvigionarsi di più dosi possibili di vaccino – aggiunge – C’è bisogno di far rispettare i contratti in sede europea con le aziende farmaceutiche. In una fase di emergenza, attuare una moral suasion perché si superi il brevetto e concedere ad esempio alle industrie italiane di poter produrre tanti vaccini”. “E poi superare la logica geopolitica. Se un vaccino è sicuro ed efficace noi dobbiamo acquisirlo, indipendentemente se si tratta di un’azienda europea o meno. Se lavoriamo in questa direzione ne usciremo, diversamente si allungheranno di moltissimo i tempi”, conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata