Milano, 27 feb. (LaPresse) – I Comuni italiani “rimandati” sul livello di trasparenza della “filiera” della confisca dei beni mafiosi. Su 1.076 Comuni monitorati destinatari di beni immobili confiscati, 670 non pubblicano l’elenco sul loro sito internet. Lo sostiene l’associazione antimafia Libera, che presenta ‘RimanDATI’, il primo report nazionale sullo stato della trasparenza dei beni confiscati nelle amministrazioni locali, primo appuntamento di una serie di iniziative in occasione dell’anniversario dei venticinque anni dall’approvazione della Legge 109/96.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata