Milano, 26 feb. (LaPresse) – “Vediamo pericolose divergenze tra e all’interno delle economie. Nei paesi emergenti e in via di sviluppo, esclusa la Cina, prevediamo entro il 2022 perdite di reddito pro capite cumulative fino al 22%, contro il 13% delle economie avanzate. E prevediamo che solo la metà dei paesi che stavano riducendo il divario di reddito rispetto alle economie avanzate continuerà a farlo nel periodo 2020-22”. Così la direttrice generale del Fondo monetario internazionale, Kristalina Georgieva, in una dichiarazione al termine del vertice dei ministri delle Finanze del G20 e dei governatori delle banche centrali. “All’interno dei paesi, i giovani, le persone poco qualificate e le donne sono state colpite in modo sproporzionato dalla perdita di posti di lavoro”, ha aggiunto Georgieva.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata