Roma, 24 feb. (LaPresse) – È il proiettile di un ak-47 quello che ha colpito sul collo Vittorio Iacovacci uccidendolo. È quanto emerge dai primi riscontri dell’autopsia effettuata sul corpo di Luca Attanasio e Vittorio Iacovacci, l’ambasciatore e il carabiniere uccisi durante un tentativo di sequestro in Congo lunedì 22 febbraio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata