Roma, 23 feb. (LaPresse) – “Se riuscissimo a portare in Italia la strumentazione per produrre i vaccini, da lì a 4 mesi potremmo avere le prime dosi. Se pure arrivassero a giugno o luglio verrebbero buone, perché i richiami andranno fatti ogni anno”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, ai microfoni di ‘Cartabianca’, su Rai3. “Astrazeneca ci darà meno fiale, come Pfizer: visto che c’è il dibattito tra europeisti e sovranisti, un po’ di ‘sovranismo vaccinale’, ce li produciamo in casa, potrebbe servire”, aggiunge.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata