Roma, 18 feb. (LaPresse) – “Senz’altro è un giorno di sollievo ma non può cancellare anni di sofferenza e di impotenza verso la verità imposta dal potere”. Lo dice a LaPresse Sandro Donati, allenatore di Alex Schwazer, commentando l’archiviazione del procedimento penale a carico dell’ex marciatore azzurro da parte del tribunale di Bolzano per ‘non aver commesso il fatto’. Il riferimento è alla presunta positività al doping emersa nel 2016, che aveva portato a una squalifica di otto anni per l’atleta. “Soltanto quando è entrata in gioco la magistratura sono venute fuori alcune cose, anche se in minima parte. Ora vorrei che gli addetti ai lavori e il pubblico sportivo rilfettano su questo caso affinché cose del genere non accadano mai più”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata