Città del Vaticano, 18 feb. (LaPresse) – Anche in Vaticano, la vaccinazione contro il Coronavirus è su base volontaria, ma per chi si rifiuta la Santa Sede prevede “conseguenze di diverso grado che possono giungere fino alla interruzione del rapporto di lavoro”. E’ quanto prevede un decreto in materia di emergenza sanitaria pubblica dell’8 febbraio 2021, firmato dal presidente della Pontificia Commissione dello Stato della Città del Vaticano, il cardinale Giuseppe Bertello.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata