Torino, 18 feb. (LaPresse) – Il Piemonte rischia di tornare in arancione? “I numeri dicono di no, quelli del pre report del ministero della Salute. Abbiamo ancora i numeri da zona gialla perchè la situazione non è peggiorata, è stabile. L’Rt seppur lievemente in crescita rimane comunque sotto l’1 quindi i numeri sono da Piemonte in zona gialla. Ma il verdetto spetta al Cts, spetta a Roma. Noi siamo convinti che con questi numeri il posizionamento della regione sia questo ma dovrà deciderlo domani il Cts”. Così il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio. “Apprezziamo l’impegno espresso ieri in Senato dal premier Draghi – aggiunge – per anticipare i tempi della validazione del Report, ma ora aspettiamo che questo impegno diventi realtà. Perché è giovedì e i cittadini piemontesi e italiani non sanno ancora di che colore sarà la loro regione la prossima settimana. E a tutti ricordo che, adesso più che mai, dobbiamo essere prudenti nei nostri comportamenti e non abbassare l’attenzione per non vanificare tutti i sacrifici e gli sforzi fatti per arrivare fino a qui”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata