Milano, 17 feb. (LaPresse) – “Sulla vaccinazione il problema è che meno vacciniamo, più il virus si diffonde, più rimane nella popolazione e più è probabile che si generino varianti. Quindi, c’è la necessità di vaccinare subito tutti i cittadini nel mondo. Perché non ci possiamo permettere di lasciare delle sacche di virus in Sud America o in Africa, dove magari poi si origineranno nuove varianti che potrebbero essere più aggressive. Quindi, adesso è veramente necessaria un’azione a 360 gradi per vaccinare prima possibile tutta la popolazione mondiale”. Così a LaPresse il professore Nicola Normanno, direttore del dipartimento di Ricerca traslazionale dell’Istituto Pascale di Napoli.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata