Roma, 17 feb. (LaPresse) – Sul Recovery plan “un ritardo certamente nuocerebbe all’Italia, ma tra le 20 bozze” giunte a Bruxelles “c’è anche quella del piano italiano. E adesso sono certo che il nuovo governo darà un impulso per migliorare e rafforzare questo piano”. Così il commissario europeo per gli affari economici e monetari Paolo Gentiloni intervistato da Bruno Vespa nella puntata di ‘Porta a Porta’ che andrà in onda stasera. “Non siamo al momento gli ultimi della fila – aggiunge -, siamo perfettamente in grado di rispettare i tempi di consegna formale al 30 aprile, ma certamente ci vuole un impegno straordinario nelle prossime settimane perché abbiamo perso parecchio tempo con l’ultima crisi”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata