Milano, 16 feb. (LaPresse) – Mentre il mondo è alle prese con la diffusione delle varianti del coronavirus che sono state identificate per la prima volta nel Regno Unito e in Sudafrica, negli Stati Uniti gli scienziati hanno identificato almeno 7 possibili nuove varianti che avrebbero avuto origine nel Paese e molte di queste potrebbero essere più contagiose. Lo riporta il New York Times che cita uno studio pubblicato domenica in cui un team di ricercatori ha riferito di sette varianti in crescita del coronavirus, individuate negli Stati di tutto il Paese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata