Roma, 16 feb. (LaPresse) – Le sofferenze nette (cioè al netto delle svalutazioni e accantonamenti già effettuati dalle banche con proprie risorse) a dicembre 2020 sono 20,7 miliardi (tornando sui livelli di luglio 2009), in riduzione rispetto ai 23,5 miliardi di novembre 2020 (-2,8 miliardi pari al -12,1%), ai 27 miliardi di dicembre 2019 (-6,3 miliardi pari a -23,4%) e ai 31,9 miliardi di dicembre 2018 (-11,2 miliardi pari a -35,1%). Lo rileva l’Abi nel suo bollettino mensile.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata