Roma, 14 feb. (LaPresse) – “Le varianti sono la nuova sfida. Alcune sono insignificanti, altre creano problemi come quella inglese, brasiliana e sudafricana. Almeno all’inizio dove ci sono varianti servono chiusure, anche solo per studiarle meglio. Dove si scopre un’esplosione di casi lì bisogna immediatamente intervenire”. Lo dice l’ex viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, a Domenica In.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata