Venezia, 11 feb. (LaPresse) – “Se è vero che i ragazzi hanno studiato in Dad, sinceramente non trovo giusto prolungare la scuola fino a giugno, anche se non siamo noi a decidere i programmi scolastici”. Lo ha affermato il presidente del Veneto, Luca Zaia. “Se passasse questo principio, vuol dire che la Dad non è servita a nulla. Invece alcuni studenti mi hanno detto che hanno lavorato molto di più e ho trovato ragazzi tutt’altro che demotivati”. “Far recuperare un mese perso – conclude Zaia – è giustissimo. Ma questo non è stato un mese perso”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata