Roma, 11 feb. (LaPresse) – “Per il nascente governo Draghi (spero) non è un buon segnale la fine di quello che era il primo partito italiano, che è totalmente spaccato nonostante i sì di Conte, Grillo, Di Maio e altri”, dunque “a maggior ragione ci sentiamo responsabili della missione e della buona riuscita, come Lega e come Forza Italia”. Così il segretario della Lega, Matteo Salvini, durante la registrazione della puntata di ‘Porta a porta’ che andrà in onda stasera, su Rai1, a proposito del voto della base M5S sul sostegno al prossimo esecutivo. “È chiaro che se i Cinquestelle si spaccano, nel Pd ci sono 18 correnti, quindi quello che è il motore di sinistra perde colpi, sarà importante, in nome dello sviluppo, del sostegno, della crescita, della riapertura, che noi ci siamo”, aggiunge.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata